I dati dello studio GARNET indicano una robusta attività di dostarlimab in pazienti con carcinoma endometriale avanzato o ricorrente

  • GARNET è lo studio singolo più ampio ad oggi, relativo a una monoterapia anti-PD-1 in donne con carcinoma endometriale MSI-H e MSS avanzato o ricorrente
  • I risultati dimostrano tassi di risposta clinicamente significativi e duraturi della monoterapia con dostarlimab, nei tumori MSI-H e MSS
  • La richiesta di registrazione per prodotto biologico (BLA) di dostarlimab nel carcinoma endometriale è prevista a fine 2019.

 

Londra, 19 marzo 2019 - TESARO, un'azienda focalizzata sull'oncologia acquisita da GlaxoSmithKline plc (LSE / NYSE: GSK), ha annunciato oggi la presentazione dei dati dello studio di Fase 1/2 GARNET che valuta il dostarlimab nelle donne con carcinoma endometriale ricorrente o avanzato che ha progredito durante o dopo un regime a base di platino. Questi dati sono stati presentati all'Annual Meeting on Women’s Cancer della Society for Gynecologic Oncology (SGO) a Honolulu, nelle Hawaii. I risultati preliminari dimostrano tassi di risposta clinicamente significativi e duraturi di dostarlimab (anticorpo anti-PD-1, precedentemente TSR-042), in questa popolazione di pazienti, indipendentemente dallo stato di instabilità dei microsatelliti. Inoltre, i risultati della sicurezza indicano che dostarlimab è ben tollerato con un profilo di sicurezza coerente con quanto previsto per la terapia anti-PD-1.Ulteriori dati dello studio GARNET saranno analizzati utilizzando i criteri RECIST 1.1 per supportare la registrazione normativa per dostarlimab nel carcinoma endometriale alla fine del 2019.

 

La presente nota è una sintesi fedele del comunicato stampa originale di TESARO, un'azienda focalizzata sull'oncologia acquisita da GlaxoSmithKline plc (LSE / NYSE: GSK), a cui si rimanda per completezza e approfondimento.