Skip to Content Skip to Search
asthma

GSK e il settore farmaceutico in Italia

Contribuiamo al sistema Paese nel nostro settore con impegno per innovare le cure di domani,  occupazione qualificata e produzione industriale di valore.

Il farmaceutico si conferma anche nel 2020 un comparto chiave del sistema economico del Paese, caratterizzato da alta innovazione. La pandemia ha mostrato l’importanza dell’industria farmaceutica per la salute e la ripresa economica.

Ricercatore GSK in laboratorio

Innovazione per la salute

La dimensione tecnologica dell’attività farmaceutica è rilevante per la salute delle persone e la competitività del settore. Nel 2020 le imprese del farmaco in Italia hanno investito in innovazione 3 miliardi di euro, di cui 1.6 miliardi in Ricerca e Sviluppo e 1.4 miliardi in impianti di produzione.

Grazie alla ricerca industriale, la crescita della pipeline in Europa è stata significativa, passando dalle 30 molecole approvate da EMA nel 2019 a 55 nel 2020 (+80%).

Vogliamo partecipare all'innovazione per le cure di domani e stimiamo di effettuare 11 lanci di prodotti GSK e ViiV in Italia nel biennio 2021-22, con 5 nuovi prodotti e 6 nuove indicazioni per prodotti esistenti di cui è continuato lo studio.

GSK Vaccines Siena employees

Occupazione qualificata e pari opportunità

Rispetto agli altri settori, l’industria farmaceutica si distingue per innovazione: è infatti al 1°posto per la quota di imprese innovative (+90%) e gli investimenti per addetto (3 volte la media manifatturiera).

Gli addetti farmaceutici in Italia nel 2020 sono 67.000 e GSK ne rappresenta il 6,4%.

Nel farmaceutico i laureati e diplomati rappresentano il 90% degli occupati. In GSK i soli laureati rappresentano il 64,5% degli addetti [1], contro una media del 21% del totale industria.

Le pari opportunità sono rappresentate in concreto nel nostro settore. Le donne sono il 43% degli addetti (29% negli altri settori), e analoga la quota di donne dirigenti e quadri. Nel 2020 in GSK, le donne sono il 51% dei collaboratori, con il 44% in ruoli manageriali.

GSK Parma operators

Produzione di valore ed export

Il valore della produzione farmaceutica realizzata in Italia nel 2020 è stato pari a 34.3 miliardi di euro (+1% vs 2019). Tale risultato è guidato principalmente dal ruolo delle esportazioni, che rappresentano l'85% del totale. 

Nel solo 2020, con 237 milioni (unità) di farmaci e vaccini prodotti nei 3 stabilimenti GSK in Italia e 750 milioni € di export di beni e servizi generato – in significativa crescita rispetto all’anno precedente - siamo protagonisti di questo successo del nostro Made in Italy.

 

 

Scopri il valore generato dall’intero comparto farmaceutico in Italia grazie al Report Indicatori Farmaceutici 2021, a cura del Centro Sudi Farmindustria, da cui sono tratti i dati di settore qui citati.

 

[1] Non include i dati del personale entrato a far parte del gruppo nel corso della Joint venture Consumer Healthcare 2020